MESSAGGERO |Diverticoli, polipi e tumori del colon – La chirurgia del “buco della serratura”

ca-the-dra_articolo_Dott.Mancuso_Il Messaggero
IL MESSAGGERO | Ca.The.Dra.: l’innovazione Oncologica per il raggiungimento dell’eccellenza.
26 May 2015
CA-THE-DRAASCO-2015
ASCO 2015: IMPOTRTANTI AGGIORNAMENTI IN CAMPO ONCOLOGICO
10 June 2015
ca-the-dra_articolo_Prof.Sica_Il Messaggero

Riportiamo l’articolo pubblicato all’interno del Dossier Sanità del Messaggero in data 23.04.2015 in cui è presentato nuove tecniche e tecnologie nella chirurgia del colon-retto.

Diverticoli, polipi e tumori del colon La chirurgia del “buco della serratura” A cura del Professor Giuseppe Sica dell1 Università Tor Vergata di Roma

Il colon, o intestino crasso, è l’ultimo tratto del canale alimentare, lì dove si riassorbe , l’acqua e si formano le feci. E anche la parte dell’intestino più frequentemente colpita dalle malattie sia infiammatorie, che neoplastiche.
I disturbi derivati da una patologia del colon possono essere vaghi come gonfiore addominale o dolore colico, oppure più specifici come alterazioni dell’alvo, sanguinolento o difficoltà alla defecazione. I segnali di allarme, ci spiega il Prof. Giuseppe Sica del fa Università Tor Vergata di Roma, dovrebbero sempre essere tenuti nella giusta considerazione ed il consulto chirurgico può facilitare l’identificazione di una malattia infiammatoria o un tumore precoce o invasivo del colon. La asportazione chirurgica del tratto ammalato è, in molte istanze, il trattamento di scelta.
La chirurgia del colon-retto si avvale di tecniche e tecnologie all’avanguardia. La resezione laparoscopica del colon è l’intervento da prediligere e può essere eseguito oggi anche con la tecnologia 3D.
Il Prof. Sica, già primario di chirurgia ad Oxford, UK e responsabile UOS di chirurgia del l’apparato di gerente
al Policlinico di Tor Vergata, ritiene che la resezione (emi­colectomia) laparoscopica 3D del colon si possa considerare il gold standard per la patologia tumorale o nel caso di malattia infiammatoria. Infatti, continua, i risultati in termini di sicurezza, dolore postoperatorio e ripresa funzionale sono eccellenti, così come lo è il risultato estetico. Il Prof. Sica, è il vicepresidente della società europea per le malattie degenerative (E.S.O.D., www.esdd.it) e direttore del master universitario internazionale per la chirurgia delle malattie infiammatorie croniche intestinali; da diversi anni si occupa di formazione di chirurghi e professionalizzazione nel campo della chirurgia laparoscopica mini-invasiva.

ca-the-dra_articolo_Prof.Sica_Il Messaggero